Sogniamo in grande

Imbarcare è solo l'inizio

Perché crediamo di non farcela!

Realizzare un sogno non è qualcosa riservato ai pochi eletti dagli astri, non è un caso della vita e delle sue circostanze, e tantomeno una eredità di famiglia, bensì è un risultato matematico di chi riesce a fare le cose giuste in maniera vincente e con una costanza senza pari. Vediamo come.

Impara l'arte e mettila da parte

Un giorno ero in libreria a Londra, cercavo un libro da leggere durante un lungo viaggio in aereo, così aprendo a caso alcune opere nella sessione gestione risorse umane, i miei occhi caddero su una frase " non ci pensiamo due volte dallo spendere 10 euro per una bottiglia di vino che terminerà nella stessa serata, ma pensiamo cento volte prima di spendere 10 euro per comprare un libro che potrebbe accompagnarci per il resto della vita" Mi sembrò una frase sufficientemente azzeccata al momento e decisi di comprare il libro. Ad ogni modo, pensaci, quante abilità avresti potuto imparare, quante cose avresti potuto apprendere e quanti lavori avresti potuto fare se solo avessi speso meglio il tuo tempo. La buona notizia è che sei ancora in tempo, e se hai già bene in mente quale lavoro fare, allora non ti rimane che imparare l'arte più importante, quella del trovare lavoro!


Decidi tu quanto vali!

Si dice che la maggior parte delle persone mollano un attimo prima di raggiungere il loro successo. La costanza è un elemento chiave nel processo di riuscita. Non stiamo parlando solo di inviare migliaia di curriculum a pioggia, ma di imparare con costanza a migliorarci, ad aumentare la qualità dei nostri curriculum, della nostra interazione con i recruiter, nella maniera con la quale li cerchiamo, ci mettiamo in risalto, gli scriviamo, rispondiamo alle domande di un colloquio, e tutti quei dettegli di un un processo di reclutamento. Se manteniamo con costanza il piede schiacciato sull'acceleratore della nostra miglioria personale, allora possiamo sapere in anticipo che prima o poi arriverà anche il nostro turno. Se manteniamo con costanza la stessa attitudine anche sul lavoro, allora possiamo sapere in anticipo che prima o poi si apriranno nuove opportunità. Possiamo continuare fino all'infino, fino a diventare anche di più di quello che avevamo creduto quando eravamo seduti tra i banchi di scuola, una volta appresa la tecnica di sognare in grande, non si scorda più.


Il contesto lo decidi sempre e solo tu!

C'era un tempo della mia vita che associavo i miei umori, i miei fallimenti e la mia non felicità al mio contesto. Credevo che la mia città avesse a che fare con questo, che i miei amici non fossero quelli giusti e che ogni cosa attorno a me frenasse il mio volo verso il successo. In realtà dobbiamo comprendere che siamo noi a decidere il contesto che deve far parte o non parte delle nostre scelte, siamo noi a decidere quando vederci con i nostri amici di infanzia e quali amici vedere per serate di natura professionale, siamo noi a decidere quali luoghi visitare della nostra città e quali lasciare fuori dal nostro raggio di azione, siamo sempre e solo noi decidere quanto tempo investire online per aprire nuove opportunità lavorative e quanto tempo dedicare ad una seria di Netflix. Non esiste nessuno che sia responsabile dei tuoi fallimenti o dei tuoi successi se non te stesso, quindi smettila di prendertela con il mondo che ti circonda, semplicemente cambia il modo di vederlo, e detta tra noi, l'Italia è un gran bel posto dove crescere.


Innovazione non è più futuro, è presente.

Ma chi l'avrebbe mai detto che ci saremmo trovati nel 2020 tutti in casa costretti da una pandemia, per fortuna però siamo stati in compagnia di centinaia di prodotti tecnologici che ci hanno alleviato il sacrificio, smartphone, Alexa di Amazon, Play Station, Droni, Social Media, Occhiali 3D e chi più ne ha più ne metta. In un mondo che si muove così velocemente è impossibile pensare che i sistemi di reclutamento rimangano quelli standard, anche quelli si evolvono, che si parli di Xing, di Linkedin, di piattaforme di reclutamento, agenzie di assunzione, colloqui digitali etc. Il mercato è un cavallo pazzo, che corre, salta, sgamba e cambia direzione, quindi o impari a stargli in groppa aggrappandoti a nuove stringhe tutti i giorni, oppure cadi giù. Noi di Sogniamo in Grande amiamo dire che trovare lavoro è un lavoro, perchè per imparare stare al passo con gli altri non è difficile, ma imparare a stare un passo davanti agli altri, si, c'è bisogno di conoscenza e esperienza, dove non arrivano i raccomandati o le accademie, arrivano i sognatori.




36 visualizzazioni0 commenti

© 2018 I marchi ed i Segni distintivi sono concessi in licenza