Sogniamo in grande

Imbarcare è solo l'inizio

  • emanuelelonghi

CHI HA VINTO #BEGREEN?


Siamo legati all'oceano. E quando torniamo al mare, sia per navigarci che per guardarlo, torniamo da dove siamo venuti.“ - John Fitzgerald Kennedy

#BEGREEN è stata la prima iniziativa che ha coinvolto tutta l'Italia. E' stata un sfida sulla raccolta dei rifiuti abbandonati nelle nostre spiaggie, al giorno d'oggi in uno stato di degrado. Legambiente tutti gli anni si occupa di compiere analisi delle acque italiane, attraverso la navigazione della sua Goletta Verde.

I viaggi di questa imbarcazione sono finalizzati alla segnalazione di tratti inquinati, di punti che presentano una criticità ambientale oppure scarichi fognari senza depuratore. Questa situazione mette in pericolo non solo la salute dell'intero ecosistema, ma anche quella dei bagnanti. È bene ricordare che il monitoraggio di Legambiente non vuole sostituirsi ai controlli ufficiali, ma punta a scovare le criticità ancora presenti nei sistemi depurativi per porre rimedio all’inquinamento dei nostri mari, prendendo prevalentemente in considerazione i punti scelti in base al “maggior rischio” presunto di inquinamento, individuati dalle segnalazioni dei circoli di Legambiente e degli stessi cittadini attraverso il servizio SOS Goletta.

UN OROLOGIO A NEW YORK MOSTRA QUANTO TEMPO ABBIAMO PER COMBATTERE LA CRISI CLIMATICA

L'orologio in questione è stato battezzato con il nome di "Climate Clock", orologio digitale apparso nella Union Square, nel cuore di Manhattan, non registra come sempre quanto tempo manca alla mezzanotte ma bensì il tempo ancora a nostra disposizione per agire sulle emissioni prima che la crisi climatica diventi irreversibile per il mondo. L'idea di creare l'orologio climatico è stata di due artisti Gan Golan e Andrew Boyd con l'obiettivo di sensibilizzare le persone sull'impellenza della crisi climatica. Ne esistono anche in altri posti del mondo, a Berlino tra le altre, ma anche l'orologio climatico mobile che porta Greta Thunberg, e nascono dalla collaborazione di artisti, scienziati e attivisti. Un progetto comunicativo semplice ma forte.

Il tema sull'ambiente è diventato un tema importante e di attualità: le nuove generazioni si stanno dimostrando sempre più sensibili alla questione ambientale, complice anche il movimento Fridays For Future.

La cosa più allarmante è che la responsabilità non viene sentita da tutti i cittadini allo stesso modo. La gente si fa scivolare questo problema di dosso, lo scansa come se non fosse roba sua, lo evita come se non riguardasse chiunque su questo pianeta. Forse non tutti sanno che il mondo in cui viviamo è un mondo patogeno, che l’aria, l’acqua e il cibo nella maggior parte dei casi sono inquinati. Come fa una situazione del genere a non interessare tutti? Come fa a non allarmare ogni persona che esiste, vive e si muove in questo mondo?

Noi di SOGNIAMOinGRANDE abbiamo voluto dare l'ennesimo campanello d'allarme, lanciando un guanto di sfida a tutta la community marittima per la salvaguardia dell'ambiente. Siamo orgogliosi del risultato ottenuto e vogliamo condividere insieme a voi l'esperienza di #BEGREEN 2020.


Abbiamo ricevuto tanti messaggi di ringraziamenti e ammirazione per quello che facciamo, condividiamo con voi il messaggio dei vincitori di #BEGREEN 2020.


"Buonasera community, abbiamo avuto un immenso piacere nel partecipare a  questa magnifica iniziativa, prevede un'attività che ognuno di noi si dovrebbe sentir in dovere di svolgere: pulire le spiagge e la natura in generale[...]Abbiamo aderito a questo progetto non per vincere ma perché è un tema a cui teniamo particolarmente, io in primis che con immenso piacere sono riuscito a coinvolgere pure i miei amici[...]le spiagge hanno bisogno di questo e la società ha bisogno di realizzare che è un  grande problema l'inquinamento che ormai ci sommerge completamente e che sta distruggendo il mondo[...] Cercherò in ogni modo, nel mio piccolo, di contribuire  alla sensibilizzazione di questo tema durante il mio cammino.

Grazie per l'esempio che date, siete i migliori!"


Questo è il messaggio che ci ha inviato la squadra che poi si è decretata vincitrice: Cristiano MELIS, Samuele MOCCI, Giuseppe MARRAS, Simone SERRA, Francresco SENIS, Francesco CURRELI.

Oltre ai premi previsti dal regolamento, hanno ottenuto un attestato di partecipazione da poter insierire nel Curriculum Professionale: risalterà all'occhio dei recruiter molto attenti ai temi di salvaguardia ambientale.




45 visualizzazioni

© 2018 I marchi ed i Segni distintivi sono concessi in licenza